Ex machina

HD
Condividi!
Commenta
   Voto:     

Trama

Tra tutti gli impiegati del grande motore di ricerca per cui lavora, Caleb è stato scelto per il prestigioso invito nella residenza del mitologico fondatore della società e inventore dell’algoritmo di ricerca. Arrivato in una zona a metà tra la magione irraggiungibile (lo porta un elicottero privato che si ferma diversi chilometri prima del primo edificio) e il rifugio zen, Caleb comprende di essere stato scelto da Nathan per un importante esperimento. Da decenni infatti Nathan è al lavoro sulla costruzione di un’intelligenza artificiale e Caleb deve testarla per capire se abbia raggiunto o meno il suo obiettivo. Il modello attuale con cui Caleb si confronta si chiama Ava, ha forma umanoide, pelle e circuiti, ragiona ed è conscia del suo status. Dopo i primi giorni Caleb comprende però che c’è qualcosa che non va, le frequenti ubriacature del capo, i moltissimi luoghi della magione in cui non può entrare e alcune strane confessioni di Ava compongono un mosaico più inquietante di quel che non sembrasse all’inizio.

  • Andrea Dettori

    bel film, mai il finale quel povero cristo non se lo meritava….che pu****a robotica

    • Federico Aloi

      non spoilerare brutto c****one!

  • Andrea Dettori

    bel film, mai il finale quel povero cristo non se lo meritava….che pu****a robotica

  • Minghie

    Trascendence è una stronzata, come Lucy e Humandroid. Questo è su tutto un altro piano, devi essere davvero ottuso per non capirlo. Saluti

    • Diamen91

      Io ho trovato questo film molto interessante, anche se un po lento…trascendence non mi è piaciuto, è partito bene ma poi è diventato troppo esagerato, per non parlare di lucy che è la più grande cagata esagerata che abbia mai visto…di humandroid, invece, non mi è piaciuto che hanno reso il robot troppo infantile, per il resto mi è piaciuto molto e si propone in modo anche scientificamente possibile..

  • Molto interessante… Concordo con la valutazione di IMDB.

    Voto: 8,1

  • Berna

    Merita un sacco

  • Antonio Langione Caterino

    Non si vedeeeee… Rimediate…
    P.s. Siete i #1

  • lupodimare

    Questo è davvero un ottimo film! Grazie staff! Sono riusciti a creare una storia diversa da tutte quelle già viste, e non diventa mai noioso e scontato. Tra l’altro è particolare anche il messaggio che trasmette dell’intelligenza artificiale.
    Voto: 8

  • Simone Capuano

    carino ma finisce una CAGATA

  • Romeo Leopardi

    Film carino, un po’ pessimista sulla realtà sia maschile che femminile. Sarebbe stato migliore con un fi nale un po’ diverso, sembra quasi che lo sceneggiatore avesse finito la fantasia…

  • CriticalGamer

    che finale di merda

  • Franco

    Il solito film sulla IA scritto da chi non ne capisce un cazzo, in poche parole una cagata. Film da evitare.

    • Fabio Riotta

      Vece bello per le scene, per la musica, per le luci le ombre riflessi. Come stato costruito questo film molto bello .. poi il panorama di montagna, poi come stato progettato la casa .. poi il finale .. uuuuuuu

  • Man Undefined

    Condivido con @minghie:disqus. Il tema del film e’ proprio l’IA e tutto ruota intorno a questo. I processi cognitivi, l’apprendimento, l’istinto di sopravvivenza, la curiosita’ di andare oltre il concetto/figura del padre (il creatore di AVA).

    Il padre viene visto da AVA come il male, un individuo che ha segregato in casa la figlia (Il software di AVA e’ il motore di ricerca e nella condizione sociale umana, un padre che tiene la figlia segregata in casa non e’ vista bene).

    Le ultime immagini sono molto suggestive, per qualche secondo appare ancora il quadro dalle pennelate libere, non vincolate ad alcun tipo pensiero, come ad indicare il punto di origine, l’inizio della vita di AVA e la fine di una beta/candidate release.

    La camminata nel bosco, scoprendo i colori (qui si rifa’ al test di IA che Caleb ha spiegato ad AVA quello del semestre all’universita’). Questa e’ l’inizializzazione.

    Alla fine l’incrocio pieno di gente, come a significare la reale volonta’ da parte di AVA di capire l’essere umano e cercando una possibile integrazione/dominazione con esso (questo viene lasciato all’immaginazione dello spettatore).

    Troviamo altri contenuti, come il sacrificio, quello che Kyoko fa per permettere a una della sua specie (AVA) di poter andare avanti.

    Lo stesso film viene suddiviso in sessioni, come avviene nel software / hardware con l’update di una versione, allo stesso modo qui si tiene traccia delle sessioni di interazione uomo / macchina e possiamo notare il constante miglioramento da parte di AVA fino al punto 0 (quello del quadro).

    A questo punto permettetemi di collegarmi al film di alfonso cuaron, “Automata”, quando al nono giorno, non ci fu piu’ comunicazione tra uomo / macchina. Io quel quadro lo interpreto sotto questa chiave, l’inizio della cessazione di ogni comunicazione o comunque la cognizione di essere superiore al genere umano (questa la mia interpretazione)

    Magari sono tutte stronzate e sono viaggi che mi son fatto io, ma quello che e’ reale sono le senzazione che mi ha trasmesso il film, e se Trascendence era un bel block buster impacchettato, Automatica la stessa farcitura di oggetti di Asimov sotto una nuova veste, questo tratta un tema diverso. Il progresso, in ogni suo passo.

    No, non e’ paragonabile con Transcendece, ma questa e’ solo la mia opinione.

  • Camillo Dottori

    Gran film e anche se molte persone non hanno capito il significato proprio del finale , io vi dico che è proprio la ciliegina sulla torta di questo film già suggestivo di suo. è proprio la base, il nocciolo di un ipotetico discorso di I.A . . . Non dico altro per non rovinare il film a nessuno 😉 GUARDATELO !!!! davvero un bel film ( forse per pochi )

    • Marco75

      Esatto… la vedo esattamente come te… Gran Film, una sinfonia con un finale che chiude nella nota dominante in modo armonicamente perfetto!

  • Toki81

    Capolavoro.

  • Maurizio Ghirardini

    Il finale?
    “L’uomo migliora le macchine ma non se stesso, ecco perchè rimane “bloccato”nelle sue trappole”
    (Giovanni Paolo II)

  • Valentina Fusco

    Film interessante e diverso dal solito genere di fantascienza ! Molto suggestivo e per molti aspetti rievoca la storia del dottor Frankenstein: per la brama di creare qualcosa di grandioso,di straordinariamente geniale, finirà con le sue stesse mani alla propria distruzione ed a quella altrui!Un finale così era inevitabile!

  • E le leggi di Asimov le buttiamo giu’ per il.. tubo

  • Luigi Carbut

    Veramente un bel film. Poco fanta e molto scienza. Tutto ciò sta già accadendo sotto i nostri occhi, anche se in maniera diversa(siamo più schiavi del consumismo e dello status simbol). L’ia è un argomento molto delicato della robotica e della tecnologia moderna, risolvibile con le tre leggi di Asimov. Non so perchè critichiate il finale, non tutto finisce per forza a lieto fine. Per me voto 10.

  • Irene D’Antò

    Questo film è magnifico , al contrario di tutti questi commenti che ne criticano il finale che invece è la chiave di tutto…… il punto è proprio questo , l’uomo è stato in grado di creare una copia di se stesso a livello di sentimenti , empatia….. in una parola umanità, ma che allo stesso tempo è più intelligente di lui poiché è una macchina e un umano allo stesso tempo….. tale intelligenza prenderà il sopravvento ,come è giusto che sia, sull’uomo…… a maggior ragione quando l’uomo pensa di creare un “robot” per servirsene ( scopo iniziale dei computer e dei robot che sarebbe quello di rendere piu’ facile la vita all’uomo ) ma ne rimane “incastrato”, dalla creazione di tale intelligenza artificiale….infatti quanto piu’ l’uomo vorrà replicare la perfezione umana servendosi di macchine e peggio sarà ….in altre parole un conto è creare un robot di cui servirsi per rendersi la vita piu’ semplice ma che non abbia sentimenti…ed un conto è l’intelligenza artificiale piu’ simile possibile alle caratteristiche ( fisiche ma soprattutto sentimentali ) dell’umano….. l’intelligenza artificiale ha dei sentimenti ed è proprio questo che tu scienziato ti sei riproposto di fare a tuo rischio e pericolo ! ( bellissima la scena dove ci fa vedere che le A.I. da lui create si struggono l’esistenza perché intrappolate a vita li dentro, e si vede una di loro sbattere i polsi contro la porta fino a distruggerseli : lui non ha nessuna intenzione di dar loro vita per farle realmente vivere ma solo per “allietare” se stesso o comunque servirsene lui e forse un domani l’umanità) che fine vuoi che faccia l’uomo se non questa ???? e ripeto come è giusto che sia ! l’uomo si è voluto superare e questa è la fine che farà …e che faremo . Questo film è un film a parte, unico, fatto di talmente tanti strati e chiavi di lettura che non può assolutamente essere criticato in maniera cosi superficiale, perché è perfetto.

    Albert Einstein ” temo quel giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità ”

    P.S.Consiglio una seconda visione dove vi balzerà all’occhio qualcosa che nella prima visione il regista, bravissimo, riesce a nasconderci o meglio farci rimanere sul filo del rasoio nel dubbio…. facendo credere che il gioco in mano lo abbiano Nathan o Caleb…. e per questo il regista di questo film è ancora piu GRANDE.

  • Stefano Onnis

    mamma mia che film. Il finale è PAZZESCO! Massimo dei voti per questo film. Chi ha detto che il finale è brutto o cose del genere, non ha proprio capito il significato che vuole portare… ( SPOILER ) l’intelligenza della macchina ha superato quella umana!!

  • MikM

    si vede che non hai capito il significato instrinseco nel finale. Humandroid è un bellissimo film (visto personalmente più di una volta) ma non lo si può paragonare a questo film.
    Questo film è un film che va apprezzato a senso psicologico e mentale della socializzazione, mentre Humandroid è più orientato all’azione e al senso dell’amicizia, del giusto e dello sbagliato.
    Sono due mondi diversi se parliamo di cinematografia e personalmente non possono essere paragonati sullo stesso piano.
    Non voglio che questa critica sia intesa come un attacco personale. Sto solo spiegando la mia ragione del perchè questo è un buon film.

  • Giacomino15

    Penso sia il film di fantascienza più bello di tutti i tempi! L’unico rimpianto è di non averlo visto al cinema.
    Capolavoro assoluto, per quelli che dicono che il finale è penoso saranno sicuramente le stesse persone che per il 50 % del film non hanno capito un c***o..

  • Maja Starosta

    film con trama bellissima, ma il finale mi delude

  • fabrizio di cuneo
  • Andrea

    Bellissimo Film. Finale che può non piacere ma rivela una sacrosanta verità : per facilitarsi il quotidiano vivere l’uomo è capace di distruggersi. Un pò come Terminetor solo più soft, psicologico e decisamente meno catastrofista ed action. Cmq altro che 8 diamogli un bel 9.

  • Alice

    Il film ha una trama originale e si vede che c’è una profonda attenzione alla scienza, ma è un po’ lento, a tratti mi sono annoiata.

  • Kaled Demez

    Nnn si vede potete rimetterlo per favore, 3-01-2016

  • Kaled Demez

    Il film nn si vede potete rimetterlo per favore.

  • Marco75

    Grande, gran bella recensione!

  • Giuseppe Benigno

    Film molto ben fatto , mi è piaciuto, fa capire come la maniacale ricerca della perfezione da parte dell uomo possa dare origine solo ad un qualcosa di sterile e macchinatore , qualcosa che è privo di un etica ma è capace di comprenderla, alla fine sono i difetti quelli che ci differenziano gli uni dagli altri, se fossimo tutti la copia perfetta l’uno dell altro quanto triste sarebbe questo mondo, se vogliamo trarne un significato ancora più profondo sarebbe quello di accettarsi per ciò che si è senza esasperarsi l’anima di fronte ad una visione perfezionista di se stessi e degli altri…. e quelle ombre alla fine…secondo me il regista vuole trasmettere il messaggio che quello che vediamo degli altri non è che il loro riflesso, l’ombra, di come questi siano realmente, in senso positivo ma anche in negativo.

"Epico!!! È un'opera d'arte di cinematografia!"
"Molto divertente e carino....lo consiglio...."
"Bill "Re" Murray dovrebbe bastare per dire: okey lo guardo! "
"Equilibrato in ogni sua parte, DiCaprio massiccio come sempr"
"Alla faccia dell'avventura. Film deciso, fluido e ben ambien"